Eric Schmidt: “Resto a Google”

Nov 10, 2008 | Category: GooglePlex

È stato uno dei suoi principali sostenitori, lo ha votato alle Presidenziali della scorsa settimana, ma non intende entrare a far parte del suo staff. Non che Barack Obama glielo abbia chiesto ufficialmente, ma Eric Schmidt – attuale amministratore delegato di Google – ci tiene a marcare le differenze.

Amo lavorare a Google – ha detto ai giornalisti – e sono molto felice di rimanervi.” Una frase che mette il punto alle indiscrezioni nate nei giorni scorsi dopo la sua partecipazione a una riunione informale, presieduta dal neoeletto presidente degli Stati Uniti, in cui si è discusso di crisi finanziaria e sviluppo economico. Il numero tre di Google ha dichiarato di aver percepito in Obama il desiderio di intervenire in fretta per arginare il problema e che nei prossimi mesi si aspetta dal nuovo presidente un atteggiamento attento, improntato all’ascolto e propositivo.

Ha anche aggiunto che ne condivide la posizione sul ruolo delle cosiddette green tech (tecnologie non inquinanti) nel ridare impulso alla stagnante economia americana, creando eventualmente nuove opportunità di business e nuovi posti di lavoro in un Paese dove la disoccupazione sta diventando una piaga sociale.

Dopo gli endorsement di Vint Cerf e dello stesso Schmidt a favore del candidato democratico, in molti avevano pensato a un ruolo più attivo di Google (o anche solo di alcuni suoi dirigenti) nel complesso scenario della politica americana, un ambiente dove interessi collettivi e lobby, ragion di Stato e potere industriale spesso si incontrano fino a confondersi.

Non sarà così, non in questa forma almeno. Schmidt tornerà a occuparsi di advertising online e degli altri mille business in cui opera Google, e Obama proverà a realizzare il cambiamento promesso in campagna elettorale. A ognuno il suo, insomma. Almeno per il momento.

From: http://mytech.it/web/2008/11/10/eric-schmidt-resto-google/

Bookmark and Share
Permalink Comments (0) Nov 10, 2008

Comments are closed.